Crea la tua Cover personalizzata

Crea la tua Cover personalizzata
Per avere lo sconto del 10% Inserisci il codice SCONTO : ABOPART10

Ringana

Ringana
COSMESI FRESCA E INTEGRATORI ALIMENTARI

Inserisci qui la tua Email per ricevere le news letters

Novità



Food Pairing

Food Pairing la genetica al centro del gusto nell'alimentazione


Food Pairing è una parola che dobbiamo imparare a conoscere, se ne parlerà molto vediamo cosa vuole dire insieme.


Il Food Pairing fa parte di un nuovo approccio alla cucina, sull'onda delle genetica nelle ricerca alimentare, il Food pairing permette d'abbinare 

gli alimenti dotati di composti molecolari simili, i precursori di queste tendenza sono: lo chef belga koreano Sang-Hoon Degeimbre del ristorante 
L'air du temps in Belgio e il bio ingegnere Bernard Lahousse.

Gli studi sul Food Pairing sono iniziati nel 2005 mentre solo nel 2007 è stato presentato alla stampa e lo scorso anno nel 2014 Food Pairing ha 

aperto un ufficio a New Jork per gli studi negli Stati Uniti.


La disciplina del Food pairing  estrae, analizza e compara le molecole degli alimenti, la teoria è che secondo Bernard Lahousse i composti molecolari 

simili si abbinano più facilmente, oppure sostituire quelle vecchie un esempio si può sostituire il basilico, 
in Nord Europa più difficile da trovare fuori stagione con 5 erbe differenti come cerfoglio, rosmarino e alcune varietà di timo.

Un lavoro più difficile di quello che sembra, un alimento può contenere un numero incredibile di molecole ma queste possono non avere alcun effetto sul gusto.


Non tutti però i sapori e gli abbinamenti possono essere declinati con questo metodo, può capitare che alimenti che hanno una buona percentuale di 

molecole simili non risultano al gusto particolarmente gradevoli, oppure ci sono abbinamenti classici che adoperiamo in cucina che non ha alcuna 
corrispondenza molecolare, questo perché il senso gusto è più complesso, c'è una valenza olfattiva, c'è una valenza gustativa, c'è una valenza 
culturale ed esperienziale.

Quest'approccio mi incuriosisce lo ammetto, anche se non lo comprendo, per me gli abbinamenti devono partire dalla testa di uno chef, dalla sua cultura, 

dalla sua creatività ma sono certo che questo nuovo metodo può aprire a nuovi abbinamenti in cucina o forse solo nella comunicazione e nel marketing agro alimentare.

Alcuni esempi 


Per altre info visitate il sito : www.foodpairing.be e qui http://blog.khymos.org/







Nessun commento:

Posta un commento

CiboCrudo

CIBO CRUDO